Digitopressione, una tecnica di micromassaggio dagli effetti portentosi

Come abbiamo già avuto modo di comprendere nel precedente articolo sul Qigong, l’agopuntura non è l’unica strategia efficace contro diverse patologie dell’organismo di cui la medicina cinese è portatrice. Il corpus teorico e la pratica clinica che ci giungono in eredità dall’Asia, con alle spalle una storia di ormai 2500 anni, si fondono d’altra parte sull’idea che ogni essere umano sia solo un elemento singolo inserito in un sistema molto più complesso di profonde connessioni energetiche tra le cose: è essenziale quindi che rispetti il suo ruolo all’interno della natura e ricerchi quanto più possibile l’armonia con se stesso e ciò che lo circonda; se questo non accade, il risultato sarà la comparsa di un disturbo di carattere medico, risolvibile solo attraverso pratiche curative molto puntuali che andranno ad integrare l’azione delle sedute di agopuntura. Tra queste quella più simile ad essa è la digitopressione, che interviene tanto sulla gestione del dolore e del disagio quanto sulla reattività a una tensione prima che si sviluppi una malattia.

Natura e benefici di questa pratica

 

La digitopressione è un antichissimo metodo di cura che si propone di agire sugli stessi punti dell’agopuntura – detti tsubo –  mediante la pressione delle dita, evitando così di servirsi degli aghi.

Digitopressione_natura e benefici di questa pratica
Secondo la medicina tradizionale cinese, ci sono infatti più di 800 punti di energia vitale lungo i meridiani che corrono dalla testa verso il basso, in particolare lungo entrambi i lati della colonna vertebrale. Ogni punto ha effetti terapeutici specifici sul relativo organo: tramite i polpastrelli, ma talvolta anche i palmi delle mani, dei piedi e dei gomiti, l’operatore che li massaggia è in grado di bilanciare l’energia alterata, ripristinando lo status psicofisico ottimale del paziente. Riportare armonia tra la mente e le emozioni garantisce allo stesso tempo enormi benefici psicologici e fisici, poiché i sintomi di malesseri, sia acuti che cronici, possono in questo modo scomparire. In particolare, la digitopressione può:

• eliminare lo stress e la tensione;
• favorire il relax di mente e corpo;
• aumentare la sensazione generale di benessere;
• aumentare i livelli d’energia;
• aumentare la circolazione del sangue;
• stimolare il sistema immunitario;
• migliorare l’energia sessuale;
• aiutare nella rimozione di rifiuti tossici;
• tonificare il corpo;
• aiutare nella perdita di peso;
• dare sollievo dal mal di testa, mal di collo e delle spalle, svenimento, nausea da viaggio, singhiozzo;
• risolvere problemi di natura digestiva (gastrite, colite, dispepsia) o genitourinari (dismenorrea, sindrome premestruale, cistite);
• aiutare la guarigione delle ferite;
• nel caso di una gravidanza, diminuire le doglie.


I 10 punti più importanti del nostro corpo

Benché si affidi a una lunga lista di punti di pressione, questa tecnica ne annovera una rosa privilegiata, indispensabile da conoscere anche qualora si voglia imparare a fare pratica autonomamente. Scopriamoli insieme:

 

  1. Punto Hegu/Digitopressione Valley: aiuta ad alleviare il mal di testa mal di denti, dolori al collo, dolore alla spalla, artrite, costipazione e postumi di una sbornia. Si trova nella zona carnosa tra il pollice ed il dito indice, precisamente laddove questi si uniscono.
  2. Neiguan/Pericardio: E’ efficace per curare la nausea e vomito causati da diverse ragioni. Allevia anche disturbi di stomaco, mal di testa, dolori al petto. Si trova tra i due grossi tendini sulla parte interna del polso, in pratica la larghezza di tre dita sotto il palmo della mano.
  3. Terzo occhio: questo punto di pressione che si trova tra le due ciglia è usato per calmare la mente, migliorare la memoria, alleviare lo stress, la stanchezza cronica, mal di testa, affaticamento degli occhi e l’insonnia così come alleviare il dolore al seno e la congestione. Si trova  sul ponte del naso tra le sopracciglia.
  4. Mare della tranquillità: collocato sullo sterno, a circa quattro dita di distanza dalla base dell’osso, è il punto di digitopressione che ha il merito di ripristinare la calma nel corpo e alleviare l’ansia, il nervosismo, la depressione ed altri squilibri emotivi così come rafforzare il sistema immunitario.
  5. Zu San Li/Leg Three Miles: è usato nel trattamento dei problemi digestivi comuni come indigestione, diarrea, costipazione, gonfiore, gas, dolori addominali, nausea e vomito. Migliora anche il sistema immunitario, rafforza il corpo,  combatte la fatica. Per trovarlo, piegate il ginocchio e posizionate il dito indice alla base della vostra rotula: il punto si trova 4 dita verso il basso, dove il mignolo atterra, appena fuori dalla tibia.
  6. Weizhong/Comandant Medio: si trova dietro le ginocchia, nella parte posteriore del ginocchio, direttamente nel centro. E’ ottimo per alleviare il dolore al ginocchio e schiena, riduce la rigidità alla schiena, l’artrite al ginocchio, schiena e fianchi, il dolore per la sciatica.
  7. Pang Guang Shu/Punti Sacrali: come suggerisce il nome sono situati sul sacro, alla base della colonna vertebrale direttamente sopra il coccige. Questo gruppo di punti di agopressione vengono usati per alleviare e ridurre il dolore mestruale, rilassare l’utero, alleviare il dolore da sciatica e mal di schiena.
  8. Shen men: è un punto auricolare che può rendere più semplice smettere di fumare trattando gli effetti collaterali del vizio, cioè stress, ansia, depressione, insonnia, malattie infiammatorie. Si trova nella metà superiore dell’orecchio, sopra l’apice della fossa triangolare.
  9. Tianzhu/Pilastro Celeste: equivale a un paio di punti di pressione che vengono utilizzati per ridurre lo stress, l’ansia, stanchezza, esaurimento, mal di testa, dolore al collo, e insonnia.
    Questi punti sono posti un dito sotto la base del cranio, sui muscoli del collo prominenti, mezzo pollice fuori dalla colonna vertebrale.
  10. Tai Chong/Bigger Rushing: è efficace per migliorare la memoria e la concentrazione, favorisce la chiarezza e la messa a fuoco, allevia il mal di testa, lenisce gli occhi stanchi, combatte le allergie, rinforza il sistema immunitario. Si trova sulla parte superiore del piede fra il primo ed il secondo osso metatarso.

Hai anche tu un disturbo da cui vuoi liberarti con metodi naturali, ma vuoi prenderti del tempo per acquisire fiducia nei confronti dell’agopuntura? Inizia a sperimentare la digitopressione, che ne condivide pressoché tutti i principi, scommettiamo che i tuoi dubbi saranno rapidamente dissipati!

Lascia un commento