Dolori mestruali: liberarsene con l’agopuntura

Il fenomeno delle mestruazioni rappresenta per le donne un momento di estrema vulnerabilità:
tra il 15% e il 70% della popolazione femminile ne ha esperienza in una forma dolorosa, chiamata dismenorrea, cui spesso la medicina occidentale tenta di dare una soluzione solo a livello farmacologico. L’agopuntura tuttavia può costituire un’alternativa naturale molto valida per curarla in modo definitivo e subire meno dolori mestruali durante il ciclo. 

Escludendo specifiche lesioni organiche genitali (malformazioni uterine, aderenze, polipi, fibromiomi, adenomi, infezioni acute o croniche delle tube, endometriosi, cisti ovariche), per circa la metà dei soggetti colpiti si tratta infatti di un disturbo di carattere primario già frequente durante l’adolescenza, che va a stabilizzarsi nel periodo più fertile di una giovane donna.

La medicina cinese e i dolori mestruali

Come per tutte le patologie, la medicina tradizionale cinese, particolarmente attenta fin dalle sue origini ai problemi ostetrici e ginecologici, ne attribuisce la causa a uno squilibrio energetico dell’organismo: i tanto comuni spasmi che sentiamo nella zona addominale e lombare nei giorni precedenti al ciclo e durante il flusso vero e proprio sarebbero cioè dovuti a una distribuzione disarmonica di energia da parte degli organi regolatori del mestruo, ovvero reni, fegato e milza, con conseguente ristagno del sangue (XUE) e diminuzione dell’energia vitale (QI) a livello dell’utero.

dismenorrea curarla con l'agopuntura

Questa disorganica distribuzione di energia può generare 4 diverse sindromi di dismenorrea:

– Sindrome di SHI (da Pieno), con stasi di Xue e Qi: il sangue “nuovo” portato nell’utero attraverso i vasi deputati (il “vaso strategico” e il “vaso concezione”) in vista di una potenziale fecondazione, al termine dei 28 giorni di ciclo è pronto per essere espulso tramite le vie genitali, insieme all’eccesso di energia dinamica che porta con sé. Ma proprio allora viene ostacolato nel suo movimento da un’emozione intensa che ci travolge, come può essere la collera, l’odio, la frustrazione o la gelosia, oppure da situazioni contingenti come stress, eccessiva stanchezza, sforzo fisico. Così facendo si trasforma in fonte di un dolore crampiforme alla zona del basso ventre, con il rischio di ripercussioni nella zona lombare e del seno.

Sindrome da XU (da Vuoto) di Xue: nel caso esattamente opposto al precedente è il rene a svolgere un ruolo cardine, poiché non permettendo al sangue “nuovo” di circolare liberamente verso il basso per occupare l’area dell’utero determina uno squilibrio inverso e un deficit di energia corretta, che darà origine a un dolore di tipo “sordo”.

– Sindrome HAN (da Freddo) e Sindrome RE (da Fuoco): queste due manifestazioni dipendono in misura minore da disturbi emozionali, mentre registrano una preponderanza di fattori patogeni esterni legati a temperature aggressive. L’esposizione dell’utero a un eccesso di freddo o a troppa umidità favorisce infatti il processo di ostruzione dell’energia e il ristagno del sangue, con conseguente dolore trafittivo: per questa ragione durante il periodo mestruale è importante non commettere certi errori alimentari (abusi di cibi calorici, dolci e grassi, cibi crudi e/o freddi) o seguire abitudini igieniche e sessuali invasive (lavaggi con acqua molto fredda, rapporti sessuali durante il ciclo).

Ciclo mestruale doloroso: agopuntura e non solo

Qualunque sia la forma della dismenorrea diagnosticata, compito dell’agopuntura è eliminare le stasi di sangue e riattivare la circolazione armoniosa dell’energia in tutto l’organismo: la pressione esercitata dagli aghi da un lato è in grado di attenuare immediatamente il dolore nella sua fase più acuta, dall’altro può stimolare nella paziente particolari meccanismi psicologici con effetto sedativo e ansiolitico, che le consentiranno nel lungo termine di mantenere effettivamente alta la propria soglia di sopportazione e percepire con maggiore serenità la patologia.
La terapia non dovrà essere lunga: effettuando una sola seduta mensile 4/5 giorni prima del flusso, per tre cicli mestruali, si potranno già riconoscere evidenti benefici. Favorita la combinazione con altre pratiche della medicina cinese tra cui la fitoterapia e la moxibustione.

Sei una donna che ha sempre vissuto il ciclo come una condanna? Grazie all’agopuntura e alla medicina cinese puoi imparare ad affrontarlo per quello che è, un periodo di rinascita per il tuo organismo e far diventare i dolori mestruali un brutto ricordo del passato.

Lascia un commento